Il mantra OM

Sillaba Aum

Ogni lezione si apre e si chiude con il canto del mantra OM, serve per staccare il momento della pratica dal resto della giornata, portando il corpo, ma soprattutto la mente nel momento presente, siamo totalmente immersi nella pratica.

Il mantra Om è considerato il suono primordiale dal quale tutto ha origine, è anche chiamato Bija mantra (suono seme, Bija=seme).

In realtà si compone di 3 sillabe A-U-M ad ognuna delle quali vengono associati significati simbolici diversi e differenti stati di coscienza:

A: mondo materiale (Sthula), nascita, stato di veglia (Vaishwanara), Brahma il creatore, l’energia potenziale di Ida il canale sinistro

U: l’essere sottile (Sukshma), crescita, stato di sonno con sogni (Tejas), Vishnu il conservatore, l’energia di Pingala il canale destro

M: l’essere causale (Karana), riposo, stato di sonno senza sogni (Prajna), Shiva il distruttore, l’energia di pingala il canale centrale

“ “: il silenzio finale, l’essere puro, la quiete totale (Turyia)

Il suono lo si pronuncia facendolo partire dalla base della colonna e risale fino alla sommità della colonna per risuonare nella zona frontale della scatola cranica, massaggiando la corteccia cerebrale frontale. La durata del suono O (AU) e del suono M è identica.

Nei mantra sono importanti i suoni, non il significato delle parole, che a volte non hanno nessun significato.

I mantra si trovano già nei testi vedici (5000÷100 a.C.) con connotazione religiosa.

Il mantra è uno dei metodi preferiti per controllare la mente tramite forti suggestioni mentali nella forma di onde (vibrazioni) che nella mente producono degli effetti a volte anche imprevedibili. Ha una valenza soprattutto a livello vibrazionale.

Il mantra produce effetti sul piano conscio, subconscio e inconscio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.